kmi - approfondimenti

L’intervista: Valentina Cauzzi, Account Manager – Roma

L’intervista: Valentina Cauzzi, Account Manager – Roma

L’intervista: Valentina Cauzzi, Account Manager – Roma

11181266_10153381949198604_9191890549322782830_n

Intervista a Valentina Cauzzi, Account Manager KMI

 

Valentina Cauzzi è uno dei nostri account manager, grazie a lei inauguriamo una nuova serie di interviste che ci porteranno alla scoperta della rete commerciale che da sempre fa grande la nostra azienda. Sono i nostri commerciali il motore di KMI , molto più di semplici “venditori”, sono dei veri e propri consulenti della stampa. Scopriamo di più sul loro lavoro.

 

Valentina Cauzzi è account manager KMI da diversi anni, segue con attenzione e professionalità diversi clienti proponendo loro le soluzioni per uffici, aziende e negozi pensate da Konica Minolta di cui siamo centro specializzato e primo rivenditore in Italia.

 

Come spiegarsi un tale successo? Dare una risposta a questa domanda è semplice: grazie alla professionalità, preparazione e disponibilità dei nostri account manager, come Valentina Cauzzi.

 

Che cosa vuol dire proporre i prodotti Konica Minolta?

Lavorare con KMI e proporre alle aziende i prodotti Konica Minolta, per me, è un grande onore e non lo dico tanto per dire. È un onore proporre prodotti di qualità ed aiutare le aziende nella realizzazione di un parco macchine che sia davvero utile per contenere i costi e i tempi di stampa. Il tutto assicurando massima qualità di stampa e durata nel tempo.

 

Quali sono i loro punti di forza?

I prodotti Konica Minolta si distinguono per la massima qualità soprattutto nella parte hardware. Sono in grado di stampare da banner di default e caricano un super A3 da cassetto. Gestiscono tranquillamente un pdf compatto di default, una funzione molto utile per gli uffici dei professionisti. Una stampante Konica Minolta arriva a stampare anche su carta a 300 gr.

 

Com’è lavorare per KMI?

Siamo un’azienda strutturata che ha fatto della formazione e della professionalità dei suoi account manager un punto di forza. Siamo consulenti più che “venditori” e siamo in grado di dare un apporto utile all’interno dell’azienda: riprogettiamo l’intero parco macchine ed ogni processo di stampa.

 

Quali sono i motivi per scegliere KMI?

Alcuni li abbiamo già elencati: competenza e aggiornamento continuo ma un altro punto di forza è il rapporto di post vendita che non si chiude mai con il cliente. Siamo sempre al suo fianco in ogni momento: dalla scelta del macchinario più adatto, fino all’installazione e alla manutenzione. Abbiamo un nostro magazzino e non abbiamo intermediari. I nostri clienti sanno che per la sostituzione di un ricambio o un guasto o un intervento di pronto intervento, il nostro servizio assistenza tecnica è sempre attivo ed efficiente.

 

Come imposti il tuo lavoro di account manager KMI?

Il mio metodo di lavoro prevede di restare in contatto continuo con il cliente: dal momento dell’installazione fino a tutto il post vendita. Richiamo il mio cliente dopo alcuni giorni per accertarmi che tutto vada bene ed il cliente sa che può chiamarmi, a sua volta, quando vuole. Ciclicamente cerco di tornare dal cliente per assicurarmi che non ci siamo problemi con il macchinario.

 

Che cosa significa essere un consulente della stampa?

Un account manager KMI non è un semplice commerciale, è un consulente della stampa. In fase di ordine un account manager KMI analizza il parco macchine del cliente, monitora i flussi di stampa e, una volta raccolti tutti i dati, riesce a progettare una soluzione. L’esito è sempre l’ottimizzazione del parco macchine e con la scelta di prodotti Konica Minolta si riesce ogni volta ad accorpare più funzioni insieme.

 

Come permettere ai clienti di contenere i costi di stampa?

Le aziende, oggi, hanno bisogno di trovare soluzioni in grado davvero di fare la differenza anche per quanto riguarda i costi di gestione. Dopo l’acquisto e la messa in funzione dei macchinari siamo in grado di monitorare i flussi di stampa attraverso i contatori presenti sulle macchine e di consigliare che cosa è meglio per contenere i costi di stampa. In questo modo si controllano i consumi e si cerca di farli stare entro il budget annuale prestabilito.

 

Posted on